Preparati per la stagione irrigua 2024! Al via i nuovi impianti pluvirrigui

I tre nuovi impianti:

  • Impianto di Crocetta e Biadene di Montebelluna sarà attivo dalla stagione irrigua 2024.
  • Impianto di Arcade sarà attivo dalla stagione irrigua 2024.
  • Impianto di Istrana Paese Quinto e Morgano sarà attivo per una parte dalla stagione irrigua 2024 e una parte rimanente dal 2025.

Come irrigare?

Il prelievo è solo A TURNO. L’allacciamento può avvenire a cura dell’utente esclusivamente nei tempi che verranno assegnati, attraverso chiave allacciata su testa di idrante e collegata all’impianto aziendale.

L’impianto aziendale costituito da curva da idrante e una ala mobile con 7 irrigatori aventi boccaglio di diametro di 7 mm è la modalità di somministrazione standard e non necessita di autorizzazione consorziale.

Se intendi irrigare con altre modalità (impianto fisso, rotolone, sostituzione irrigatori) deve essere chiesta autorizzazione al consorzio: vai sul sito e scarica il modulo per la richiesta Progetti PNSR 2019-2023 – Consorzio Piave

  1. Non sono ammessi rilanci con pompa o adacquamenti da idrante a bocca libera.
  2. La portata massima erogata è 6 litri al secondo alla pressione di 3 bar (3 atmosfere).
  3. È fatto obbligo di osservare il Regolamento per l’utilizzo delle acque a scopo irriguo e tutela delle opere irrigue.

E’ NECESSARIO COMUNICARE la modalità irrigua che verrà utilizzata ENTRO FEBBRAIO 2024 perché il Consorzio potrà così adeguare gli orari irrigui prima della partenza della stagione irrigua.

Per agevolare gli utenti per le informazioni tecniche e la presentazione di richieste potrete accedere a tre sportelli sul territorio:

  • Uffici del Consorzio Piave in via Santa Maria in Colle, 2 a Montebelluna – tel. 0423/2917 – aperto tutte le mattine escluso il sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30.
  • A San Liberale, Treviso, Piazza Unità d’Italia, 4/5 il giovedì dalle 8.30 alle 12.30 dal 18 gennaio, ogni giovedì fino al 29 febbraio
  • Il Consorzio ha accolto le richieste delle amministrazioni dei comuni e dei proprietari interessati dalla riconversione irrigua, e con la collaborazione del comune di Paese, sarà aperto un apposito sportello presso il Municipio di Paese, via Senatore Pellegrini, 4 – Piano 1° Saletta Assessori il mercoledì dalle 8.30 alle12.30 a partire dal 17 gennaio, ogni mercoledì fino al 27 febbraio.
  • Seguici sui social e sul sito e per essere aggiornato in tempo reale sul nuovo canale WhatsApp Consorzio di bonifica Piave https://whatsapp.com/channel/0029VaInSgW6xCSLbSyVkc0X

La trasformazione irrigua è lo strumento più efficace per dare una concreta risposta all’indispensabile necessità di razionalizzazione dell’irrigazione e di risparmio idrico che le prospettive imposte dalla prossima adozione del deflusso ecologico rendono imprescindibile per la sopravvivenza delle reti derivate dal fiume Piave. Partecipando ad un bando emesso dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali su fondi PSR 2014-2020 – Operazione 4.3.1 investimenti in infrastrutture irrigue – il Consorzio si è posizionato al terzo posto in graduatoria ed ha ottenuto il finanziamento di tre progetti del costo totale di 20 milioni di euro. I tre progetti hanno permesso la riconversione irrigua di 3060 ettari di terreno agricolo tramite la posa di oltre 270 km di condotte di vario diametro e la fornitura d’acqua alle aziende in media pressione (3-4 atmosfere). La realizzazione della trasformazione consentirà una riduzione del prelievo d’acqua dal Piave di circa 1200 l/s, conseguente alla maggiore efficienza del sistema per aspersione rispetto all’attuale sistema a scorrimento.