Modalità di accesso ai servizi e uffici consorziali e di apertura al pubblico. E’ privilegiata, laddove possibile, sempre la modalità di trasmissione di atti e documenti a mezzo PEC, e-mail, fax.

Il Consiglio di Amministrazione ha disposto la riapertura  al pubblico degli sportelli consorziali di Montebelluna, Oderzo e Treviso (qui solo il venerdi’) a partire da LUNEDI’ 11 MAGGIO  con i consueti orari: dal lunedì al giovedì dalle ore 08.30 alle ore 13.00, il venerdì dalle 08.30 alle 12.30.

L’accesso da parte dell’utenza potrà avvenire per soli motivi di urgenza e necessità e nel pieno rispetto di tutte le prescrizioni igienico-sanitarie stabilite dai vigenti provvedimenti governativi e regionali e dal protocollo interno adottato.

Di seguito, le modalità di contatto e di accesso agli sportelli:

  • Accesso consentito a una persona per volta: si entra solo quando esce l’utente precedente
  • L’utente dovrà essere dotato di mascherina che copra naso e bocca, guanti o effettuata sanificazione delle mani
  • All’interno e all’esterno deve essere mantenuta la distanza di almeno un metro dalle altre persone (sia in fila che in ufficio)

Si raccomanda comunque di limitare al minimo indispensabile l’accesso di persona, ma di preferire la modalità telematica in particolare per i seguenti servizi:

  1. Richieste di appuntamenti, informazioni per contatti con Guardiani e/o altro personale
  2. Inoltro richieste di autorizzazioni e concessioni, accesso atti, modulistica varia, disponibile dal sito consorziopiave.it – Sportello online
  3. Richieste di aggiornamenti catastali
  4. Richieste di chiarimenti su avvisi di pagamento, contributi, rimborsi, sgravi
  5. Richieste di orari/turni irrigui

Si ricordano i nostri riferimenti:

  1. E- mail info@consorziopiave.it
  2. PEC consorziopiave@pec.it
  3. Telefono 0423.2917 fax 0423.601446

E’ privilegiata, laddove possibile, sempre la modalità di trasmissione di atti e documenti a mezzo PEC, e-mail, fax.

Si ricorda che gli spostamenti consentiti restano solo quelli per motivi di comprovata necessità.