Apertura uffici al pubblico: dal lunedì al giovedì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e il venerdì fino alle 12.30  ♦  0423 2917 info@consorziopiave.it

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

COMPOSIZIONE (art. 9 Statuto)

Il Consiglio di Amministrazione è composto:

a) dal Presidente del Consorzio;

b) dal Vice Presidente;

c) da due membri eletti ai sensi dell’art. 7 comma 2 lett. a) dello Statuto;

d) da uno dei Sindaci di cui all’articolo 6 comma 1 lettera d) dello Statuto.

PRESIDENTE (Art. 13 Statuto)

1. Il Presidente ha la legale rappresentanza del Consorzio, con facoltà di delega al Direttore o ad altro Dirigente per le funzioni di cui alla lettere d) del comma 2 del presente articolo.

2. Il Presidente esercita le seguenti principali funzioni:

a) convoca e presiede l’Assemblea e il Consiglio di Amministrazione;

b) sovrintende l’amministrazione consorziale;

c) promuove le azioni possessorie, i provvedimenti conservativi ed in genere tutti i ricorsi e le azioni aventi carattere d’urgenza, sottoponendoli alla ratifica del Consiglio di Amministrazione;

d) denuncia le infrazioni alle norme di polizia idraulica e di bonifica rilevate dagli uffici;

e) stipula, sulla base delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione, gli accordi di programma con gli enti locali ricadenti nel comprensorio;

f) delibera in caso d’urgenza tale da non consentire la convocazione del Consiglio di Amministrazione, sulle materie di competenza del Consiglio stesso escluse quelle indicate all’art. 10, comma 1 lett. t), e all’art. 11. Tali deliberazioni devono essere sottoposte alla ratifica del Consiglio di Amministrazione nell’adunanza immediatamente successiva.

Spetta al Consiglio di Amministrazione:

a) approvare l’elenco degli aventi diritto al voto;

b) nominare i componenti dei seggi elettorali;

c) deliberare di stare o resistere in giudizio davanti all’Autorità giudiziaria ed a qualsiasi giurisdizione speciale, nonché sulle eventuali transazioni;

d) predisporre lo Statuto, i regolamenti di amministrazione, il piano di organizzazione variabile, nonché il regolamento per le elezioni;

e) provvedere alla costituzione, modificazione e risoluzione dei rapporti di lavoro del personale dipendente;

f) predisporre il bilancio di previsione, le relative variazioni, il conto consuntivo e le relative relazioni, il programma triennale, i suoi aggiornamenti e l’elenco annuale dei lavori pubblici;

g) definire il piano esecutivo di gestione e le sue variazioni;

h) deliberare, con riguardo ai capitoli delle spese correnti, gli scostamenti degli stanziamenti che, nell’ambito di ogni singolo capitolo, non alterano il totale generale dello stesso;

i) deliberare sui ruoli di contribuenza, sulla base dei piani di classifica di cui all’art. 35 della legge regionale 8 maggio 2009, n. 12 recante “Nuove norme per la bonifica e la tutela del territorio” e del bilancio preventivo, deliberati dall’Assemblea;

j) definire le unità organizzative da qualificare come centri di responsabilità, individuare i rispettivi responsabili e procedere agli aggiornamenti che le modificazioni della situazione organizzativa rendono periodicamente necessari;

k) deliberare sull’assunzione di mutui, garantiti da delegazioni sui contributi, per la copertura della quota di costo delle opere pubbliche e private a carico della proprietà;

l) deliberare sui progetti e sulle perizie di variante;

m) disporre sull’affidamento dei lavori, servizi e forniture ai sensi delle vigenti disposizioni di legge e regolamento;

n) deliberare sugli accordi di programma e sulle convenzioni fra i Consorzi e le altre autorità locali per definire, in modo integrato e coordinato, questioni di interesse comune;

o) disporre per l’aggiornamento del catasto consortile, nonché dell’elenco degli scarichi nei canali consortili e dei relativi atti di concessione;

p) predisporre ed aggiornare il piano per l’organizzazione dei servizi di emergenza del settore della bonifica che indica, fra l’altro, l’apparato organizzativo preposto al funzionamento delle strutture di bonifica, ai sensi dell’articolo 22 della legge regionale 8 maggio 2009, n. 12 recante “Nuove norme per la bonifica e la tutela del territorio”;

q) deliberare sugli acquisti e le alienazioni di beni mobili, sulle locazioni e conduzioni dei beni immobili;

r) proclamare i risultati delle votazioni dell’Assemblea e gli eletti;

s) dare attuazione agli indirizzi generali approvati dall’Assemblea;

t) provvedere sulle materie che non siano espressamente attribuite alla competenza di altri organi consorziali - sempre che non ritenga di sottoporle all’esame dell’Assemblea - dandone notizia alla medesima nella adunanza immediatamente successiva.

 

In caso di urgenza tale da non consentire la convocazione dell’Assemblea, il Consiglio di Amministrazione può deliberare sulle variazioni di bilancio previste all’articolo 7, comma 2, lettera k) dello Statuto.

Tali deliberazioni devono essere sottoposte alla ratifica dell’Assemblea nella sua riunione immediatamente successiva.