Apertura uffici al pubblico: dal lunedì al giovedì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e il venerdì fino alle 12.30  ♦  0423 2917 info@consorziopiave.it

Speciale

AVVISI DI PAGAMENTO 2018

Gestione degli stati di piena del Fiume Monticano - Sottoscritta la convenzione con il Genio Civile

Si tratta di un importante accordo con il quale si è confermata la più ampia collaborazione tra il Genio Civile di Treviso ed il Consorzio Piave sul fronte della sicurezza idraulica del territorio di bonifica.

Come noto il fiume Monticano risulta arginato da Conegliano verso valle attraversando Oderzo fino alla confluenza nel Livenza a Motta, a sua volta arginato.
La quota arginale si eleva anche di più metri sopra al piano campagna circostante, mantenendo livelli idrometrici nel fiume in caso di piena ben superiori a quelle di campagne e aree urbane attraversate.
Per garantire la sicurezza idraulica di città come Oderzo e dei territori circostante è indispensabile la presenza di oltre 20 impianti idrovori gestiti dal Consorzi Piave, che garantiscono il sollevamento delle acque di origine meteorica raccolte dalle aree circostanti all’interno del fiume, a quote maggiori anche di 4-5 metri.
Nel caso in cui il Monticano non sia in piena gli affluenti vi recapitano in modo naturale attraverso appositi organi di controllo inseriti nel corpo arginale e dotati di paratoia di intercettazione: le cosiddette chiaviche. Ce ne sono 53 lungo il corso del Monticano, parte in destre parte in sinistra.
Il lavoro fondamentale di chiusura delle chiaviche prima che il monticano aumenti il proprio livello a quote superiori al piano campagna è un’operazione delicata che deve essere compiuta in tempi prestabiliti e non derogabili, in corrispondenza a determinati stati idrometrici del fiume, al verificarsi di un evento di piena anche modesta.
Questa attività viene svolta dal personale consorziale, sempre attivo h24 anche nei giorni festivi attraverso il sistema di reperibilità ed una rete di collaboratori (chiavicanti) che risiedono nei punti più critici. Nello stesso tempo la rete di telecontrollo acquisisce e diffonde in tempo reale misure di livello e di funzionamento delle reti, recependo gli avvisi di allerta meteo diramati dal Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile Regionale della Regione Veneto.
 
Costantemente il Consorzio garantisce il pronto intervento di un nucleo minimo di persone h24, che può essere opportunamente incrementato in caso di preallerta o evento consistente in atto.
 
La piena collaborazione tra Consorzio Piave e Genio Civile Regionale permette quindi di seguire l’andamento idrometrico dei grandi fiumi, Monticano e Livenza, di competenza regionale, e di garantire nel contempo il buon funzionamento della rete demaniale minore e dei numerosi impianti idrovori a servizio del territorio opitergino-mottense.

 

Banner 600x300px

logo-anbi

meteo

distretto.jpg

Festival Bonifica