Apertura uffici al pubblico: dal lunedì al giovedì dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e il venerdì fino alle 12.30  ♦  0423 2917 info@consorziopiave.it

Speciale

AVVISI DI PAGAMENTO 2018

CONSORZIO PIAVE, IN ARRIVO GLI AVVISI DI PAGAMENTO 2015

Stanno arrivando in questi giorni circa 71.560 avvisi di pagamento 2015, ma c’è qualcosa di nuovo che i consorziati – i proprietari di immobili inseriti nel perimetro di contribuenza dalla L.R. 12/2009 –riscontrano nell’avviso di pagamento.

Alcuni trovano l’importo raddoppiato, altri trovano una voce “nuova” “Contributo Bonifica” perché?

Abbiamo chiesto delucidazioni al Presidente del Consorzio Piave, Giuseppe Romano, che precisa: “Il Consorzio Piave, non essendo intervenuto il concorso nella contribuenza da parte della Regione, stabilito dalla L.R. stessa, e non essendo stato finanziato dal bilancio regionale (art 39, L.R. 12/2009) è costretto a chiedere gli arretrati per gli anni non finanziati dalla Regione che vanno dal 2013 al 2015. Quando si parla di contributo di “bonifica” spesso s’incontra una sorta di ostilità verso questa parola sconosciuta ma, approfitto per fare un poca di chiarezza. Negli ultimi due anni, per esempio, abbiamo investito 30 milioni di euro in manutenzione ordinaria di opere demaniali e per gli interventi di maggiore sicurezza idraulica, difesa idraulica: questa cifra e questi interventi sono il significato della parola “bonifica”. Il nostro impegno è rivolto alla manutenzione dei fossi e canali demaniali e non a quelli privati, la cui manutenzione spetta sempre ai proprietari adiacenti”.

Il contributo al Consorzio di Bonifica pagato dai consorziati proprietari d’immobili (terreni e fabbricati) è finalizzato al finanziamento delle attività di manutenzione ordinaria e gestione delle opere e degli impianti di bonifica in tutta la rete dei canali di scolo e d’irrigazione e di tutela del territorio della provincia di Treviso e di parte dei comuni veneziani di Meolo,  Fossalta di Piave e Noventa di Piave. Un’attività che il Consorzio svolge quotidianamente con i propri mezzi (escavatori, trattrici, decespugliatrici ecc.) e con proprio personale specializzato, indispensabile per tutelare l’ambiente e contenere il rischio allagamenti e anche con appalti. Non gravano sul contributo le ulteriori attività effettuate dal Consorzio per conto di altri enti e regolate da convenzioni, concessioni, accordi di programma, protocolli d’intesa e altro.

Banner 600x300px

logo-anbi

meteo

distretto.jpg

Festival Bonifica